La cura delle cavie

Alimentazione

alimentazione cavie

Uno degli alimenti di base delle cavie è sicuramente il fieno. Di questo elemento le nostre  piccole amiche ne devono sempre avere a loro disposizione. Il fieno infatti apporta una quantità di fibre che aiuta la mobilità intestinale delle cavie, ed è inoltre utile poiché, avendo loro i denti in continua crescita (come i conigli), masticando continuamente il fieno riescono a tenerli sempre limati.

Un altro elemento alla base della sana alimentazione delle cavie è la verdura. Le verdure più utili all'alimentazione delle cavie sono: asparagi, barbabietole, bietole, borragine, broccoli, carciofi (senza spine, ovviamente), carote (anche le foglie verdi), catalogna, cavoletti di Bruxelles, cavolfiore, cavolo nero, cavolo rapa (foglie), cicoria, coste, cavolo verde e nero, crescione, fagiolini verdi o cornetti, finocchio, indivia belga, lattuga romana, peperoni dolci (tutti i colori), pomodori, prezzemolo (sia riccio che normale), radicchio/trevigiana/chioggia, rape, ravanelli (anche le foglie), rucola, scorzanera, sedano e sedano rapa, spinaci, topinanbur, zucca, zucchine.

Oltre alla verdura, anche la frutta ricopre una buona parte dell’alimentazione delle cavie. Ottimale da essere somministrata è la seguente: albicocche, ananas, anguria, arance (un uso eccessivo può causare piccole lesioni alla bocca della cavia), banane (può causare costipazione, usare con moderazione), ciliegie (senza il nocciolo), fragole, kiwi, lamponi, mango, mele, melone, papaya, pere, pesche, pompelmo (un uso eccessivo può causare piccole lesioni alla bocca della cavia), prugne, ribes, uva, uva spina.

Le cavie gradiscono infine anche le erbe aromatiche come: aneto, anice (Pimpinella anisum), basilico, cerfoglio, coriandolo, dragoncello, erba cipollina, finocchietto, maggiorana.

E’ utile tener presente che anche il prezzemolo è un alimento consigliato in quanto dona all’alimentazione un buon apporto di vitamina C e, visto che le cavie, come l’essere umano, non sono in grado di sintetizzarla autonomamente, è necessario fornire loro sempre un giusto apporto di questa importantissima vitamina nella loro alimentazione.

Da tenere in nota è anche il fatto che le carote và bene somministrarle, senza però farne eccessivo uso.

Analogamente, per la sua elevata ricchezza di acqua, non è il caso di somministrare dosi eccessive di lattuga iceberg.

Anche il sedano è un alimento gradito alle cavie, ma è necessario avere l’accortezza di tagliare questo alimento in piccoli pezzi onde evitare che le lunghe fibre le possano causare problemi di soffocamento.

Ottimi elementi per l’alimentazione delle cavie sono anche spinaci e cavoli, però è necessario somministrarli con parsimonia in quanto estremamente ricchi di calcio.

cibi da evitare per le cavie

L’importante è evitare   assolutamente di far mangiare alle cavie i seguenti alimenti: cocco e avocado che sono frutti troppo grassi.

Inoltre, è bene togliere sempre i semi della frutta (soprattutto dalla mela, da pesche, ciliegie, albicocche, susine) perchè possono contenere sostanze tossiche.

In generale somministrare piccole quantità se i frutti sono molto zuccherini.

Le patate  e tutte le parti verdi della pianta; piccioli e fogliame dei pomodori e dei peperoni; fagioli e legumi in genere; aglio cipolla e bulbi in generale; rabarbaro; peperoncino piccante; funghi non si devono somministrare.

 

Un'altro alimento molto importante , ed alla base dell'alimentazione delle Guinea pig, è il mangime secco,, che deve essere somministrato quotidianamente, e deve essere solo ed esclusivamente Pellettato, pertanto mangime come quello nella fotografia qui a fianco, senza presenza di semi e di fiocchi.

Il pellettato è essenziale per una buona alimentazione della cavia, poichè è completo di tutti gli elementi che sono loro necessari.

L'ambiente

gabbia per cavie, guinea pig

Un’elemento molto importante per il benessere delle cavie è l’ambiente in cui vivono.

La gabbia deve avere delle misure minime che possono essere circa 60x 50 cm per un singolo soggetto, e ovviamente vanno in crescendo se aumenta il numero di soggetti che vi vivono.

Il fondo deve tassativamente non essere di grata o a listelli, in quanto le cavie hanno le zampette delicate e un fondo sbagliato potrebbe causare loro dei danni, di conseguenza l’ideale è un fondo plastico uniforme che permetta anche una pulizia semplice ed efficace.I bordi dovrebbero avere un’altezza circa di almeno 20 cm in modo che la lettiera non fuoriesca.

La gabbia và posizionata al riparo delle correnti d’aria e dall’umidità, in un luogo luminoso.

La temperatura ideale è di circa 18/24 gradi, non bisogna mai tenetre la gabbia in pieno sole in quanto la cavia ne patirebbe.

La lettiera deve avere un buon potere assorbente , non polverosa, e non con sostanze chimiche, l’ideale è il truciolo di legno ( non di pino o cedro poiché contengono oli essenziali assai tosici) in commercio si trovano diversi tipi di truciolo per lettuira da roditori. Da evitare assolutamente l’argilla agglomerante, o lettiera per gatti, in quanto molto pericolosa per le cavie..

All’interno della gabbia, vi deve essere sempre presente il beverino per l’acqua, la ciotola per il pellettato, e volendo si possono mettere qualche gioghino con la quale la cavia può svagarsi.

gabbia per cavie, guinea pig

Una cosa molto importante, è anche quella di prendere in braccio le cavie , in modo appropriato , evitando di causar loro dolore o/e infortuni.

Le cavie non vanno mai sollevate prendendole sotto l'articolazione delle zampe superiori., bensi prese delicatamente con una mano e con l'altra và sostenuto loro il peso  del loro corpo.

Igiene

lavare e pulire le cavie: il bagno

Le cavie sono animali molto  puliti, sebbene anche loro abbiano bisogno ogni tanto di un po’ di toeletta. Se le nostre piccole cavie necessitano di un bagnetto è sufficiente bagnarle bene con acqua tiepida, frizionare delicatamente con uno shampoo delicato, poi risciacquarle dolcemente ancora con acqua tiepida ed infine asciugarle accuratamente, prima tamponandole con una salvietta, poi phonandole  a basso calore e bassa emissione d’aria.

Molto importante è stare attenti che durante e dopo il bagno le cavie non prendano correnti d’aria.

taglio unghie cavia

Un’altra cosa importante è che se le cavie non camminano su superfici abbastanza dure corrono il rischio che le unghie crescano troppo causando, disagi nella deambulazione. Perciò se necessario si dovranno tagliare le unghie senza andare a toccare i delicati vasi che scorrono dentro di esse in quanto altrimenti non solo si causerebbe dolore, ma si potrebbe creare anche una via d’ingresso per eventuali infezioni.

Un'altra cosa molto importante è controllare periodicamente la dentatura delle caviette che sia sempre in buone condizioni.