L'allevamento delle cavie

guinea pig cavia peruviana

Le cavie sono piccoli mammiferi, di origine sudamericana. Sono animali molto sociali, infatti in natura vivono in famigliole anche di una ventina di esemplari, in cui vi  è la presenza di un solo maschio dominante, il quale è l’unico a possedere il diritto all’accoppiamento.

La vita media di una cavia si aggira dai 7 ai 9 anni, e la maturità sessuale viene raggiunta già dopo 4 settimane dalla nascita.

 

Accoppiamento

Le cavie raggiungono la maturità sessuale a circa 4 settimane di età, è’ comunque consigliabile fare accoppiare le cavie solo dopo i 7/8 mesi di vita e quando abbiano raggiunto con un peso minimo di circa 700/800 gr.

L'età ideale per accoppiare una cavia per la prima volta è intorno appunto ai 7/8 mesi

 

Alcune scuole di pensiero sostengono che l'accoppiamento sia però sconsigliato oltre gli 12/13 mesi, onde evitare che le ossa del bacino siano già definitivamente saldate e che quindi una gravidanza possa creare problemi alla madre , io sinceramente per esperienza personale,   credo che la soglia dei 12/13 mesi sia una soglia molto bassa, in quanto credo che si possa dire che se si parla di primo accoppiamento sia sconsigliato  oltre 16/17 mesi, inoltre posso confermare che una cavia che affronta un primo parto all'età di 15/16 mesi di problemi non ne ha, in quanto molto mie cavie hanno partorito per la prima volta a quest'eta. Questa scuola di pensiero è abbracciata anche da molti veterinari , che si tengono aggiornati.

 

La femmina della cavia ha dei periodi di estro ciclici ogni 18/21 giorni ed è ricettiva nei confronti del maschio per circa 12 ore, durante le quali si accoppia ripetutamente. Inoltre è bene tener presente che subito dopo il parto la femmina è nuovamente pronta per l’accoppiamento, pertanto è opportuno tenerla divisa dal maschio per evitare gravidanze immediate e non affaticare troppo la cavia con più gestazioni ravvicinate.

 

Gravidanza e parto

La gestazione della cavia ha una durata di circa 65/72 giorni, ma sarà possibile vedere un notevole ingrossamento dell’addome solo dopo circa 4 settimane dall’accoppiamento, e potremo renderci conto che il parto è imminente quando l’apertura pelvica sarà di circa 1/ 2 cm.

Il parto della cavia, dall’inizio delle contrazioni uterine all’espulsione dell’ultimo cucciolo, dura da 10/15 fino a circa 40 minuti, a seconda di quanti piccoli nascono.

Quando la femmina ha contrazioni durante il parto inarca la schiena  ed, a volte ma non sempre, emetti leggerissimi gemiti. Al termine del parto si può dire che vi siano pochissime, se non assenti, tracce ematiche e, appena espulso il piccolo, la madre lo pulisce  eliminando il sacco vitellino leccandolo amorevolmente. Inoltre la madre dopo aver espulso le placente (1 per ogni piccolo) se ne nutre, in quanto la placenta contiene un elevato quantitativo di ormone ossitocinico, che aiuta la montata lattea ed accelera l’involuzione del muscolo uterino.

 

Molto importante durante la gravidanza e l’allattamento è non far mancare un giusto apporto di vitamina C, ed una corretta alimentazione alla nostra piccola futura mamma.

 

I piccoli

I piccoli alla nascita hanno un peso approssimativo che varia dai 70 ai 120 gr, e le cucciolate variano normalmente da 1 a 5 esemplari. I piccoli si nutrono di latte materno poi sono in grado di nutrirsi anche di altro, fino allo svezzamento completo che è intorno ai 21 giorni.

 

Il Sesso

Il sesso dei cuccioli si vede subito appena nati, in quanto il dimorfismo sessuale nelle guinea pig è evidente dalla nascita, pertanto non è assolutamente necessario farle sessare, è sufficiente osservare gli organi genitali dei cuccioli per verificare l'appartenenza ad uno dei due sessi.

Maschio
Maschio
Femmina
Femmina

Cenni di genetica

Per migliore comprensione di questo paragrafo si consiglia la consultazione della sezione “Le razze”.

 

1 -

peruviana x peruviana (consigliato) si hanno cuccioli 100% peruviani

 

2 -

peruviana x alpaca (consigliato) si hanno cuccioli 100% peruviani portatori alpaca (AT)

3 -

peruviana AT x peruviana AT (consigliato) si hanno cuccioli 25% alpaca, 50% peruviana AT, 25% peruviana

 

4 -

coronet x sheltie (consigliato) si hanno cuccioli 100% coronet portatori sheltie

 

5 -

alpaca x alpaca (consigliato) si hanno cuccioli 100% alpaca

alpaca TT x alpaca TT (consigliato) si varanno 50% alpaca, 25% alpaca TT, 25% texel

 

6 -

peruviana SH x sheltie (possibile) si hanno cuccioli 25% sheltie, 25% peruviana, 50 % peruviana portatrice sheltie

peruviana x sheltie  (possibile) 100% peruviani SH

 

7-

 

 

 

8-

 

 

9-

 

10-

 

11-

 

12-

 

13-

 

 

 

 

 

14-

peruviana x coronet (sconsigliato) si hanno cuccioli con difetti nella direzionalità del mantello

 

 

coronet x coronet (consigliato) si hanno cuccioli 100% coronet

coronet SH x Coronet SH ( Consigliato) si hanno cuccioli 50% Sheltie, 25% coronet,, e 25 % coronet SH

 

merino x sheltie (consigliato) si hanno cuccioli 100% coronet TT

 

lunkarya x lunkarya (consigliato) si hanno cuccioli 100 % lunkarya

 

lunkarya x peruviano (possibile) il lunkarya risulta dominante sul peruviano

 

lunkarya x Alpaca (possibile) nasceranno Lunkarya AT

 

Minipli x Minipli ( Consigliato) nasceranno 100% Minipli

Minipli x Lunkarya AT ( Consiglliato)

Minipli x Alpaca ( Consigliato)

 

texel x peruviano (possibile) si avranno 100% peruviani TT 

texel x coronet (consigliato) si hanno cuccioli 100% coronet TT

texel x sheltie (consigliato) si avranno 100% Sheltie TT 

Alpaca x coronet (sconsigliato)

 

Alpaca x merino (sconsigliato)

 

In tutte le varianti può essere presente il fattore satin (una mutazione delle caratteristiche del pelo che risulta molto più brillante e riflettente, perciò più lucido, più sottile ma ugualmente folto) ed è da tener presente che è un fattore recessivo, per cui esistono i portatori (ST).

 

Qui di seguito lo schema riferito al fattore satin, valido per qualsiasi razza:

 

- satin x satin si otterranno 100% Satin .

- satin x satin portatore si otterranno 50% Satin e 50% portatori .

- satin x normale si otterranno  100% portatori .

- satin portatore x normale si otterranno 50% portatori e 50% normali .

- satin portatore x satin portatore si otterranno 25% Satin - 50% portatori e 25% normali

 

 

Ulteriori note:

-         Nella peruviana lo sheltie risulta recessivo.

-         Il fattore genetico delle rosette è dominante (nelle abissine)

-      non possibile accoppiare due cavie roane in quanto vi è il fortissimo rischio di decesso nei piccoli , oppure di malformazioni, in quanto i roani presentano nel loro DNA un fattore letale se accoppiati con un'altro soggetto che possiede lo stesso fattore. 

-      Il fattore genetico che porta la colorazione agouti nel mantello è un fattore geneticamente dominante

-     il fattore che porta la colorazione Himalayan è un fattore geneticamente recessivo

-     il fattore che determina la colorazione tan o fox è dominante 

 

Una piccola ma importantissima nota, è quella che quando si pianifica un accoppiamento è sempre bene ponderare bene tutti gli elementi ( e questo si può fare solo con ilun attestato Genealogico in mano) valutando il colore  dei soggetti e dei loro antenati, e molti altri fattori, per evitare così di accoppiare soggetti di colori non compatibili fra loro, e per cercare di migliorare sempre, ottenendo soggetti sempre più secondo gli standard di razza con morfologia buona e colorazioni pure ( per colorazioni pure intendo , per fare un esempio dei choko non sporcati da dei lilac  , zafferano e così via), in quanto l'ideale è mantenere pure le linee di colorazione